Le cave. Con l'ambiente abbiamo un legame molto profondo

Le cave. Con l'ambiente abbiamo un legame molto profondo

Dall'ambiente vengono le materie prime essenziali per i nostri prodotti: carbonato di calcio e gesso. Nelle nostre cave, a cielo aperto o sotterranee, utilizziamo esclusivamente tecnologie estrattive all'avanguardia. Così rispettiamo il territorio e l'ambiente, e anche la salute dei lavoratori. Attualmente coltiviamo e gestiamo direttamente cave di calcare e di gesso, con tecniche pensate in funzione del recupero ambientale e del riuso dell'area di cava a fine coltivazione. La nostra filosofia è semplice: tutto dev'essere com'era prima. Per questo abbiamo sviluppato una "cultura estrattiva" finalizzata al totale rispetto della natura che ci ospita. Le nostre attività estrattive sono studiate per rispettare gli equilibri geomorfologici, idrogeologici e paesaggistici, minimizzando l'impatto ambientale sul territorio. Inoltre misuriamo costantemente le polveri e i rumori prodotti dalle lavorazioni, per tenere sempre sotto controllo la qualità dell'ambiente, sia quello lavorativo sia quello esterno.

La coltivazione delle cave a cielo aperto avviene tramite estrazione del minerale per piani orizzontali discendenti, in modo da eseguire immediatamente il ripristino del versante scavato. In quelle con camera di frantumazione sotterranea, che consentono tra l'altro la riduzione dei trasporti su gomma in cava, il collegamento per superare il dislivello tra fronte in coltivazione e area di stoccaggio avviene grazie a un fornello in posizione baricentrica. Il fornello è collegato all'esterno tramite una galleria in cui viene installato l'impianto di frantumazione primaria. Nastri trasportatori portano poi il minerale sul piazzale all'uscita della galleria, dove viene effettuata la lavorazione finale.